Scandalo nel tennis: arresti e pratiche sconvolgenti, tutto il mondo in pericolo

Una notizia tremenda sconvolge il mondo del tennis: uno scandalo enorme potrebbe dare inizio ad un terremoto su larga scala.

Una delle notizie che un tifoso, o semplicemente un amante dello sport, non vorrebbe mai sentire è quella che un qualche suo idolo o il gioco che ama siano corrotti. Purtroppo è il mondo del tennis a finire nell’occhio del ciclone stavolta, dove la notizia di un potenziale scandalo scommesse sta facendo tremare di paura non solo i tifosi ma anche i vertici dello sport.

tennis arresto
Pixabay

Dalla Francia e dalla Germania rimbalzano notizie di potenziali combine e l’arresto della tennista russa Yana Sizikova di certo non aiuta a gettare acqua sul fuoco, bensì benzina. L’atleta è stata arrestata per sospetto scandalo scommesse dopo aver perso una partita in doppio a Roland Garros, più precisamente è stata portata via dopo la seduta di massaggi a cui vengono sottoposti gli atleti al termine dei match. Yana Sizikova, 26enne tennista originaria di Mosca, è rapidamente cresciuta di notorietà dopo questa storia, ma prima era pressoché sconosciuta al grande pubblico essendo appena novantatreesima nel ranking WTA Tour.

Tennis, Roland Garros: partite truccate e scandalo scommesse

La Sizikova sembra aver scoperchiato il vaso di Pandora, tanto che l’inchiesta ora si sta allargando. Ciò che ha fatto scaturire il tutto è stato l’elevato numero di scommesse arrivate in un preciso momento della partita in doppio tra la coppia Sizikova-Brengle e le favorite Mitu-Maria nell’ottobre del 2020, quando al 5° gioco del 2° set migliaia e migliaia di euro sono stati improvvisamente puntati da più operatori sparsi in tutto il mondo e curiosamente il duo Sizikova-Brengle ha sbagliato tutte le palle al servizio del game.

Gli agenti di polizia sono entrati nella sua camera d’albergo perquisendola da cima a fondo, secondo il quotidiano francese Le Parisien, ed il tutto è stato un momento piuttosto concitato. L’inchiesta per “frodi tra bande organizzate” e “corruzione sportiva attiva e passiva” vede la Sizikova al centro, secondo il quotidiano tedesco Die Welt.