Rissa incredibile in campo tra giocatore e tifoso: “Ti ammazzo” (Video)

La rissa in campo è un qualcosa che andrebbe sempre evitata, purtroppo però alle volte capita e questo comporta degli enormi problemi.

Molte volte in campo i giocatori perdono la testa dando vita così a una rissa che sicuramente non è edificante per la professione, tanto è vero che il senso del rispetto e del fair play non dovrebbe davvero mai mancare, ma in certi casi si perde davvero la testa difficile riuscire a ritrovare la tranquillità, ma rare volte si è visto uno scontro direttamente tra giocatore e tifoso.

Rissa giocatori calcio (LaPresse)
Rissa giocatori calcio (LaPresse)

Ci sono stati infatti in molti casi di risse nella storia del calcio, con alcuni momenti che hanno segnato in maniera drastica anche questo sport, ma non si era mai visto prima di allora uno scontro diretto tra un calciatore e un tifoso in maniera così plateale.

Eravamo nel gennaio del 1995 e il Manchester United giocava in trasferta contro il Crystal Palace, una squadra britannica nota per essere della zona più popolare della grande città londinese, tanto è vero che il clima è sempre davvero molto infuocata da quelle parti, con i giocatori ospiti che vivono in vero e proprio incubo per 90 minuti.

A un certo punto durante un espulsione di Eric Cantona, un tifoso di casa decise di insultarlo in maniera abbastanza evidente per te alle, con il francese che decise di rispondere per le rime con un calcio incredibile direttamente dal campo alle tribune, situazione che gli costa un’enorme squalifica.

Cantona contro il tifoso del Crystal Palace: rissa da saloon

Purtroppo quando si fa il mestiere del calciatore bisogna sempre tenere in conto che gli insulti le critiche sono all’ordine del giorno e se tutti rispondessero in questa maniera allora diventerebbe davvero una rissa continua al mondo del calcio, e dello sport in generale.

Cantona ha dichiarato di essere stato insultato perché francese, essendo contento di averlo fatto è che gli farebbe quel gesto un milione di volte, essendo lui orgoglioso della sua nazionalità delle sue origini, un qualcosa che sicuramente gli fa onore da un certo punto di vista, ma ripetiamo che in campo non è come nella vita di tutti i giorni.

 

Canton avrebbe potuto diventare davvero un grandissimo nella storia del calcio, ma sono stati proprio certi suoi atteggiamenti che gli hanno impedito di elevarsi a leggenda assoluta di questo sport.