Superbike, Ducati: la strategia segreta per il 2023 che nessuno conosceva

La Ducati starebbe mettendo su una forte opera di convincimento per riportare in sella un ex molto amato dai tifosi, stavolta in Superbike.

La Ducati starebbe preparando il colpo ad effetto per la prossima stagione: un grande ritorno che continui il trend positivo degli ultimi tempi, sia in Moto GP che in Superbike, portato avanti dalle ottime prestazioni di Bagnaia, Miller, Zarco e Bastianini su Ducati prototipi e da Bautista e Rinaldi sulle derivate di serie. Alla notizia appresa quest’oggi grazie a questi rumor di mercato piloti, i tifosi di Ducati Corse sono esplosi di gioia nel leggere il nome del pilota prossimo al rientro.

Stefano Petrucci
LaPresse

La Panigale V4 R potrebbe presto avere un nuovo proprietario: per il reparto Ducati Corse del Mondiale Superbike sarebbe una novità in quanto il ragazzo non ha mai corso in questa categoria, per la casa madre di Borgo Panigale e per i tifosi sarebbe un graditissimo ritorno.

Parliamo di Danilo Petrucci, pilota oggi impegnato con Ducati nel Mondiale MotoAmerica Superbike (che guida in testa alla classifica) dopo aver girato ad inizio anno anche con KTM su una 450 Rally Replica nella Rally Dakar, vincendo anche lì.

La Ducati sta dominando in lungo ed in largo il Mondiale Superbike grazie alle ottime prestazioni di Alvaro Bautista su Panigale V4 R, andando a primeggiare in classifica con 220 punti a più trentasei lunghezze sul rivale Jonathan Rea del Team Yamaha (sei volte consecutivamente campione in categoria SBK).

Alvaro Bautista potrebbe ritirarsi a fine stagione complici i suoi prossimi trentotto anni e perciò per un campione che va, sperando possa chiudere la carriera col titolo tra le mani, un campione deve necessariamente venire: ecco che si fa largo l’idea di riportare in Ducati il bravo Danilo Petrucci, questa volta non in Moto GP né nel campionato MotoAmerica ma bensì nel Mondiale SBK.

Danilo Petrucci ha legato la sua vita alla Ducati praticamente, correndoci in ogni categoria per otto anni e vincendo nel 2011 il Campionato Italiano Velocità Superstock 1000 in sella alla Ducati 1098R.

Resterebbe poi da capire cosa fare con l’altro pilota Ducati nella categoria SBK: Michael Ruben Rinaldi è un bravo pilota ma i suoi risultati quest’anno, almeno fin qui, sono in leggero peggioramento e non è detto che il campione europeo Superstock 1000 nel 2017 torni anche l’anno prossimo in sella ad una moto di Borgo Panigale ma per queste valutazioni ci sarà tempo.

Danilo Petrucci torna a casa: i risultati con Ducati

Da qualche anno Ducati Corse è tornata competitiva in ogni categoria: si è andata a prendere il primato in SBK fin qui con Bautista e il terzo posto con Redding l’anno scorso, mentre in Moto GP porta tre ducatisti nelle prime cinque posizioni quest’anno e sono due anni che vince il Mondiale Costruttori grazie alle ottime prestazioni di Dovizioso, Miller, Bagnaia, Zarco e proprio Petrucci.

Danilo Petrucci è più che un’idea per Ducati e la cosa potrebbe concludersi con un accordo nelle prossime settimane, magari aspettando la decisione finale circa il suo futuro di Alvaro Bautista ma qualora lo spagnolo decidesse di proseguire con le corse non è escluso che Petrucci possa prendere il posto proprio di Rinaldi andando così a formare una coppia di piloti sì un po’ in là con gli anni (trentanove Bautista e trentatré Petrucci l’anno prossimo) ma sicuramente ultra competitivi entrambi per la vittoria del Mondiale SBK.

Il vento sta cambiando, Ducati è tornata agli antichi fasti più performante e competitiva che mai su tutti i fronti e in tutte le categorie, per la gioia di tutti i suoi tifosi.