Scandalo in F1: solo Mercedes sapeva dei nuovi sviluppi, è tutti contro uno

La regolarità della stagione è in dubbio: pare che Mercedes fosse l’unica a sapere dei nuovi sviluppi imposti da FIA ed ora ha tutti contro.

Ombre e nubi nerissime si stagliano sopra al cielo della regolarità del campionato di Formula Uno: secondo alcune voci Toto Wolff e la Mercedes avrebbe cospirato insieme ai vertici della FIA, accordandosi sulle future regole ed i futuri sviluppi da attuare sulle monoposto, il tutto alle spalle degli altri team ignari di tutto che ora partono in ritardo rispetto alla Mercedes. In tutto questo, va anche detto che FIA con la scusa della sicurezza introdurrà delle nuove regole in corsa a partire da Spa in Belgio, cioè tra due Gran Premi, e queste imposizioni andranno a rallentare Red Bull e Ferrari favorendo invece le Frecce d’Argento fin qui in difficoltà per via del porpoising…

sviluppo Mercedes W14
LaPresse

Come in un grande film thriller degli anni ’60, magari in uno 007 – Licenza di uccidere, Toto Wolff assume i panni del malvagio Dr. Julius No ed insieme alla SPECTRE (qui magistralmente interpretata dalla FIA) trama nell’ombra e pianifica alle spalle dei protagonisti per fregarli ed assumere il controllo ed il potere su tutto.

Ma il suo nome è Wolff, Toto Wolff, ed è il Team Principal più furbo e scaltro di tutta la Formula Uno ed a quanto pare ancora una volta l’ha avuta vinta lui.. con le buone o con le cattive, regolarmente o meno.

La Direttiva Tecnica 39/2022 entrerà in vigore da Spa, nel Gran Premio del Belgio, e consisterà nell’introduzione di una Metrica di Oscillazione Aerodinamica che i team non potranno superare: il tutto servirà a mettere al bando le trovate e gli espedienti ingegnati dai meccanici delle scuderie per ovviare al problema del porpoising, cosa che non è riuscita a risolvere del tutto la sola Mercedes.. ed ecco che qui arrivano le prime nubi e si alza la primissima puzza di bruciato.

Mercedes è il nome più vicino a FIA e sicuramente la scuderia più politicamente parlando potente, perciò ecco che Binotto e Horner, rispettivamente Team Principal di Ferrari e Red Bull, si sono messi di traverso a questa decisione portando con loro altri team: per far passare una regola nuova servono in accordo ben sette scuderie su dieci e sapete quante sono a favore di questa implementazione? Solo tre, rispettivamente BWT Alpine, Aston Martin e Mercedes, mentre McLaren agisce piuttosto da spettatrice (ma comunque parzialmente contraria) e Ferrari, Red Bull, Williams, Alfa Romeo, Haas e AlphaTauri guidano la rivolta.

Ma allora come ha fatto FIA a far passare la nuova Direttiva Tecnica senza maggioranza? Facile, ha usato la vecchia scusa della “sicurezza” così da rendere la Metrica di Oscillazione Aerodinamica indispensabile e non discutibile dai team.

A far storcere i nasi poi ci sarebbe l’indizio supremo: i rumor in questione hanno raccontato di come i team stessero ovviamente e parallelamente lavorando sulle monoposto per il 2023 ed a sorpresa l’unica scuderia a non attuare queste modifiche per smorzare il porpoising sulla futura vettura è stata proprio Mercedes, la quale W14 sembra nata con i favori e gli spifferi di FIA dato che curiosamente è stata l’unica auto a non esser dotata di tiranti o fondi flessibili, come se lo sapessero già prima dell’introduzione della Metrica di Oscillazione Aerodinamica..

Perfino la Williams ha voltato le spalle a Mercedes, loro che proprio dalle Frecce d’Argento prendono la Power Unit ma che ben presto molleranno per rifornirsi da Volkswagen, prossima all’ingresso in Formula Uno con una propria scuderia (Audi o Porsche) ed un proprio motore da vendere al miglior offerente. Dunque Mercedes perde consensi ma acquista credibilità e competitività.. un buon compromesso per Toto Wolff, abituato a stare dalla parte dei cattivi e di quelli odiati.

Il contro sorpasso di Ferrari: buggerati Wolff e Mercedes

Ok sono furbissimi in Mercedes e forse hanno agganci potenti, probabilmente tramano l’ombra e quasi sicuramente hanno avuto soffiate che si sono rivelate fondamentali, ma la Ferrari non si arrende certo e vara nuove migliorie che dovrebbero scoraggiare le mosse di Toto Wolff.

In Francia ed in Ungheria sono pronti altri sviluppi ed aggiornamenti che dovrebbero rendere ancora più competitiva la F1-75 di Ferrari: sono pronti ad esordire aggiornamenti al fondo, sospensioni più morbide, ulteriore abbassamento della vettura, modifiche all’ala che aumenterà la velocità di punta e generiche migliorie al carico aerodinamico.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

C’è chi gioca pulito e chi gioca sporco in Formula Uno.. e onestamente nei film di 007 non abbiamo mai tifato per Blofeld, la SPECTRE ed il Dr. No, quanto più per M, le Bond Girl e James Bond.