Non condivide la vincita all’EuroMillions, i figli reagiscono così

Una storia tanto assurda quanto triste, fatta di avidità e rabbia: è la storia di una vincita in denaro che ha messo i figli contro il padre.

Una storia molto triste, assurda per quanto vi verrà raccontato, fatta di avidità e rabbia, una storia che vede il dannato denaro protagonista ed una vincita alla lotteria: è la storia di Alex Robertson che è un uomo scozzese che per la vita intera ha fatto da autista, finirà per perdere l’amore dei suoi figli, cioè la cosa più cara al mondo, per colpa di una grossa somma vinta all’Euro Millions.

auto distrutta
Pixabay

Il denaro come sappiamo bene oscura le menti, chiude i rubinetti della razionalità, spegne la ragione e ci manda fuori di testa: figurarsi quando quei soldi non li abbiamo guadagnati lavorando ma magari li si è vinti alla lotteria, lì subentrano avidità e egoismo che sfociano in liti con chi ti sta intorno se non si è lucidi nel gestire le situazioni.

Si può arrivare ad odiare un padre perché non condivide con voi le sue ricchezze? Si possono ignorare i propri figli che magari hanno bisogno di una mano in nome dell’avidità e dell’egoismo? La storia di Alex Robertson, autista scozzese che all’Euro Millions vinse 3 milioni di sterline nel 2012, ci ricorda quanto il denaro spesso faccia più del male che del bene, soprattutto alle menti fragili.

Alex Robertson è un autista scozzese che insieme ai colleghi decide, così per gioco, di puntare all’Euro Millions per provare a vincere una grossa somma alla lotteria che lo sistemi almeno per un po’: e ci riescono, perché il gruppo di dodici autisti vince la clamorosa cifra di trentotto milioni di sterline da ridividere equamente!

Una bella storia dunque, se non fosse che ottenuta la cifra suddivisa equamente di tre milioni di sterline l’avido Robertson è rincasato ed ha avvertito i suoi figli che con loro non avrebbe condiviso un centesimo e che si sarebbero dovuti accontentare di duecento sigarette come premio.

L’avidità si scontra con la rabbia: il gesto estremo dei figli di Alex Robertson

Increduli e feriti dal proprio padre, disgustati da quelle duecento sigarette offerte in regalo neanche fosse un gesto chissà quanto caritatevole, i figli di Alex Robertson stracolmi di rabbia si sono muniti di mazze ed hanno compiuto un gesto fin troppo forte.

Quando l’avidità si scontra con la rabbia queste cose, purtroppo, succedono: il padre li ha feriti, loro si sono rivalsi su ciò che quella grande vincita in denaro aveva portato e pertanto hanno fatto a pezzi a colpi di mazzate la nuova auto che l’autista scozzese si era comprato coi soldi vinti alla lotteria.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

La storia finisce con l’auto denuncia dei figli alla polizia, più la denuncia per molestie da parte del padre. Neanche a dirlo, i rapporti tra Robertson ed i suoi figli cessarono quel giorno di quel lontano 2012.