F1, è ancora Vettel contro FIA: il pilota attacca la Federazione, pronti provvedimenti

Sebastian Vettel non molla e rilancia: nuove dure critiche alla Federazione che stavolta non starà a guardare. FIA pronta ai provvedimenti.

È guerra civile senza fine, senza esclusione di colpi e viene combattuta alla luce del sole: tra Sebastian Vettel e la Federazione Internazionale dell’Automobile non scorre buon sangue da un pezzo e tra le parti ogni dichiarazione inasprisce il conflitto ormai fatto continuamente di critiche, beccate, frecciatine e provvedimenti disciplinari inflitti. La FIA non starà a guardare mentre Vettel continua ad attaccarli e criticarli.

Vettel contro FIA
LaPresse

La FIA negli anni ha sempre dato modo a piloti, scuderie, analisti e opinionisti di lamentarsi del loro operato, questo perché si presenta sempre come una Federazione interessata solo al profitto e poco alla passione, un’organizzazione fredda e distaccata mai aperta al dialogo.

Contro la FIA più di tutti ci si sono scontrati Lewis Hamilton e Sebastian Vettel, col primo rabbioso nei loro confronti per una serie di decisioni di pista mai digerite e col secondo furibondo con la Federazione per via del loro assenteismo e silenzio su argomenti cardine dei nostri tempi.

Sebastian Vettel più di tutti non perde occasione per attaccare la Federazione, mettendola spesso anche in ridicolo con scenate e teatrini portati direttamente al circuito come potete vedere in foto (mentre il presidente Bin Sulayem furibondo rincorre un Vettel derisivo e polemico).

Seb ha detto che la Formula Uno è troppo indietro circa alcuni argomenti fondamentali come ambientalismo, diritti LGBT e femminismo, dichiarando lui stesso di aver assistito a troppi episodi negativi che non sono arrivati al grande pubblico riguardanti piloti donne.

Vettel ha insistito molto sul fatto che loro da star privilegiate quali sono devono dare il buon esempio ed essere d’ispirazione per le persone; si è inoltre soffermato sulla questione della ricerca e sviluppo in F1: “noi bruciamo letteralmente combustibili fossili per praticare il nostro sport, dobbiamo cambiare marcia verso un futuro più sostenibile. Le tecnologie del motore sono affascinanti, ma sono anche importanti? Ne dubito“.

Vettel contro FIA: la Federazione stavolta non starà a guardare

Stanca delle accuse, le critiche, i teatrini e le bordate mediatiche lanciategli da Sebastian Vettel, la FIA stavolta con tutta probabilità agirà contro il pilota tedesco di Aston Martin ormai prossimo al ritiro.

Si parla di sanzioni imminenti per Seb con multe salatissime da dover pagare, inoltre c’è il concreto rischio che l’inasprirsi del conflitto verbale tra le parti possa portare la Federazione a togliere la monoposto al tedesco per le ultime gare qualora si arrivasse ad un punto di rottura, estromettendolo dai Gran Premi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Sebastian Vettel è prossimo al ritiro, a fine stagione dirà basta con le corse e si concentrerà sulla sua famiglia, ma se sperava in un futuro nel circus pensiamo proprio che dovrà ricredersi: difficilmente Bin Sulayem e Stefano Domenicali gli apriranno le porte della Formula Uno politica e dirigenziale dopo tutti i trascorsi passati e recenti tra le parti in causa.