Aston Martin, colpo di scena: così può competere ai piani alti

Colpo di scena in F1: è svolta in Aston Martin, così può rilanciarsi e andare a competere ai piani alti nel 2023 e negli ultimi GP del 2022.

La stagione 2022 volge al termine e meno male staranno pensando in Aston Martin, dato che questo campionato di Formula Uno ha riservato molti più dolori che gioie alla scuderia di Lawrence Stroll e capitanata da Mike Krack. Ciononostante pare si sia trovata la svolta in Aston Martin e dopo tanto tribolare c’è fiducia: il 2023 appare roseo con questa rivoluzione e qualcosa si vedrà già sul finire di questo Mondiale.

Aston Martin
LaPresse

Il Mondiale 2022 di Aston Martin è stato indecente nei risultati, regalando molti più dolori che gioie a tutti i tifosi della scuderia britannica ma anche al patron Lawrence Stroll ed al Team Principal Mike Krack, perciò qualcosa bisognava fare per tirar su tutti di morale e dare un orizzonte sereno al quale puntare.

E pare che ci siano riusciti, infatti le menti brillanti dei direttori di Dan Fallows ed Andrew Green si sono messe all’opera insieme agli altrettanti formidabili ingegneri Tom McCullough e Luca Furbatto dando alla luce un progetto per il 2023 che ha fatto sorridere l’intera scuderia, soprattutto Mike Krack che ora si dice fiducioso per la prossima stagione ed anche per il finale di questa corrente, dove qualche novità importante esordirà già sulla sfigatissima AMR22.

A quanto pare in Aston Martin hanno appena calato l’asso di briscola riuscendo a copiare quasi del tutto la RB18 di Red Bull, ovvero la monoposto che con Max Verstappen (e Sergio Perez) si laureerà campione del mondo sia Piloti che Costruttori, perciò nel 2023 si presenteranno con una vettura totalmente rivoluzionata e super competitiva.

Lo stesso Andrew Green, Direttore Tecnico di Aston Martin, ha detto che “l’auto del 2023 non sarà un’evoluzione, quanto più una rivoluzione di quella attuale“, perciò a marzo alzeranno il sipario su una monoposto che promette faville in pista, tanto da poter competere ai piani alti. La palla allora passerà a Lance Stroll e Fernando Alonso.

Aston Martin, è rivoluzione: dalla macchina alla line up, quanti cambiamenti

Aston Martin fa sul serio, il patron Lawrence Stroll non ci sta a concludere un’altra stagione perdente e umiliante come quella vissuta quest’anno, perciò tutta la squadra è stata rivoluzionata affinché si ottengano risultati sin da subito.

La scuderia verde scuro con sede a Silverstone non ha la pretesa di vincere il Mondiale nel 2023, ma Stroll pretende che si cominci a competere ai piani alti raggiungendo il livello di Alpine e McLaren piazzandosi subito dietro la Top 3, per questo ha ingaggiato numerosi ingegneri e meccanici nuovi che hanno rivoluzionato la squadra al box, ma anche la monoposto verrà stravolta come detto e perfino la line up in pista.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Accanto a Lance Stroll, confermatissimo nonostante i risultati mediocri anche perché figlio del patron della scuderia, non ci sarà più il ritiratosi Sebastian Vettel ma nella stagione 2023 vedremo Fernando Alonso barcamenarsi in pista con la vettura della scuderia britannica.