Williams, posto vacante: tre piloti in lizza per un solo sedile

Dopo aver dato il ben servito al deludente Nicholas Latifi, la Williams è alla ricerca di un pilota: in tre sono in lizza per un solo sedile.

La Williams sta sfogliando la margherita per scegliere quale fantino monterà la FW44, che chiaramente cambierà nome e assetto, per la prossima stagione: dopo il comprensibile siluramento di Nicholas Latifi è rimasto solo Alexander Albon nella scuderia di Grove a correre sicuramente nel 2023, perciò ora è lotta tra tre piloti per un solo sedile. Scopriamo chi sono e chi ha i favori del pronostico.

Williams
LaPresse

Che la Williams sia in difficoltà non è un mistero, pensate solamente che l’ultima stagione buona conclusa al quinto posto della Classifica Costruttori risale ormai al 2017, poi si sono inanellati tre ultimi piazzamenti (decima) ed un ottava piazza centrata l’anno scorso, ma anche quest’anno si è di nuovo ultimi con disonore.

Jost Capito sta facendo il possibile per rialzare la squadra e pare che un piano in serbo lo abbia, ma di questo parleremo dopo, ora concentriamoci sul fatto che lo stesso Team Principal stanco dei deludenti risultati del proprio pilota canadese ha preso la decisione di tagliarlo: Nicholas Latifi, nonostante lo sponsor più grande della scuderia è Sofina che appartiene al padre, è stato ufficialmente silurato dal team e a fine stagione leverà le tende.

Si libera dunque una posizione in Williams, c’è spazio per un pilota che affianchi Alexander Albon in pista nel 2023, a chi spetterà il sedile? L’opzione Logan Sargeant è saltata, il giovane pilota della Driver Accademy di Grove non ha la Superlicenza e pertanto non può correre da titolare in F1 ancora, perciò al momento rimangono tre le opzioni e dai nomi fatti è chiaro che Williams voglia alzare il tiro.

Il primo nome, il favorito, è quello di Daniel Ricciardo: anche la Haas è interessata, d’altronde uno come The Honey Badger farebbe comodo a tutti in squadra con la sua esperienza ed il suo talento, perciò quello dell’asso australiano anche se molto costoso è un nome valido per il 2023.

Williams, il piano di Jost Capito: piloti, sponsor e motore

E se dovesse saltare Daniel Ricciardo? Non demordete tifosi Williams, Jost Capito è un bravo direttore e ha un piano B ed un piano C, in più sta lavorando anche al di fuori della questione pilota e tra poco ne parleremo.

Il piano B di Capito per il sedile del 2023 si chiama Mick Schumacher: il giovane asso tedesco di Haas, figlio del Kaiser Michael, potrebbe esser tagliato proprio in favore di Ricciardo da Gunther Steiner ed in quel caso rimarrebbe senza sedile.

Il piano C è rappresentato da Antonio Giovinazzi, pilota riserva Haas e tester di Ferrari, pilota abile ed esperto con ampia conoscenza delle monoposto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Ma Jost Capito nel mentre lavora anche per trovare un grande sponsor visto che dopo il taglio di Latifi c’è la concreta possibilità che Sofina molli il team, e pare anche che stia approcciando la Volkswagen per la fornitura del motore mollando così il client di Mercedes.