Haas, arrivano i rinforzi: il team si potenzia, così può competere!

La Haas accoglie un grande rinforzo che migliorerà tantissimo la scuderia statunitense: messo un tassello importante, così può competere.

Mentre impazza il toto nome per il 2023 con oggetto della discussione chi andrà a sedersi nella VF-23 accanto a Kevin Magnussen in Haas, il team statunitense spiazza tutti e mette a segno un colpo importantissimo che andrà a rinforzare per bene la scuderia in ottica presente ma soprattutto futura. Gunther Steiner, il Team Principal di Haas, ora può iniziare a credere in una monoposto finalmente competitiva che vedrà più aggiornamenti caricatigli l’anno prossimo.

Haas
LaPresse

Non è stata un’annata semplice per Haas: iniziata con l’addio dello sponsor di Uralkali dopo la separazione della scuderia statunitense dal pilota russo Nikita Mazepin, il cui padre è il proprietario dell’azienda produttrice ed esportatrice di potassio sopra citata, per via dei suoi tremendi risultati, del suo insostenibile carattere e dei presunti (si fa per dire…) legami con Vladimir Putin del padre magnate.

La vicenda tra la Haas e i Mazepin, sia padre che figlio, rimane tutt’oggi aperta ed è sfociata in una battaglia legale che pare non finirà presto, ma la notizia di campo peggiore per la scuderia statunitense è stata quella di rimanere senza sponsor remunerativo che aiutasse il team tra sviluppi e aggiornamenti: la cosa ha reso la Haas una scuderia debole e per nulla competitiva, ma ora la situazione è finalmente cambiata.

Gunther Steiner ha indetto una conferenza stampa in quel di Austin, a poche ore dall’inizio del Gran Premio texano, per annunciare a tutti che Haas ha trovato un accordo pluriennale con la multinazionale MoneyGram che arriva a sostenere economicamente la scuderia statunitense come forte sponsor.

Con MoneyGram nel team finalmente i tifosi della Haas possono sognare in grande, Gunther Steiner stesso può iniziare a preparare la stagione 2023 su basi decisamente diverse: cambieranno le strategie, la monoposto riceverà decisamente più sviluppi e aggiornamenti dell’unico ottenuto quest’anno, le VF-23 saranno finalmente auto competitive ed anche la ricerca del pilota subirà dei cambiamenti in positivo.

Dopo tanto faticare si mette finalmente bene per la scuderia di proprietà di Gene Haas, perciò andiamo a capire quali effetti questa nuova partnership di primissimo livello avrà sulle questioni di pista.

Hass sposa MoneyGram: cambia la ricerca del pilota?

Arrivano soldi freschi per Haas e la situazione migliora figurativamente da così a così per Gunther Steiner che dalla prossima stagione potrà dunque contare sugli introiti di MoneyGram.

Cambierà la livrea delle monoposto innanzitutto, anche se il bianco e rosso rimarranno preponderanti ed essendo la MoneyGram degli stessi colori verosimilmente verrà aggiunto una spruzzata di nero in più qua e là.

Ma parlando di cose serie, la Haas deve ancora far luce su chi piloterà la VF-23 l’anno prossimo accanto a Kevin Magnussen: giorni fa Gunther Steiner ha dichiarato che Mick Schumacher è ancora in corsa per confermarsi nel team ma che è insidiato da Antonio Giovinazzi in primis e Niko Hulkenberg in secundis, ma pare che coi nuovi introiti di MoneyGram anche la ricerca del pilota potrebbe subire uno scossone positivo.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Si rumoreggia circa un interessamento di Haas per Daniel Ricciardo che ora avrebbe finalmente la forza economica e la credibilità per provare a convincere The Honey Badger a sposare il loro progetto.