Tifosi argentini disperati, la colpa è di Lionel Messi: ecco perché

Ancor prima di giocare la finale dei Mondiali 2022, Lionel Messi ha fatto dispiacere tantissimo i propri tifosi, ecco come mai.

Chissà chi lo vincerà. Il Mondiale 2022, quello qatariota, poco amato da tantissimi fan in giro per il mondo, il primo di sempre ad esser giocato praticamente a stagione in corso, ha però man mano appassionato poi i fan. Impossibile non farlo, con le nazionali migliori del mondo ad affrontarsi, con campioni del calibro di Modric, Mbappé, Neymar Jr. a dare del loro meglio.

Lionel Messi
Lionel Messi – Argentina (Ansa foto)

E poi c’erano loro due. Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Per tanti, erano destinati a giocare una finale mondiale da avversari, a coronazione di un’epoca quasi tutta loro. Ed invece, i numeri del portoghese sono stati spaventosi. Un calo vertiginoso, cui il Portogallo stesso, poi, non ha saputo resistere, fermandosi persino ai Quarti.

Addio vicino per Lionel Messi

Chi invece la finalissima la giocherà, è sicuramente Leo, alla sua seconda quindi, in carriera. In quella del 2014 sembrò non essere ancora pronto per un onere del genere, finendo per giocare una partita assolutamente normale, contro la Germania che poi quella partita, la vinse. All’epoca, tra i tifosi dell’Albiceleste, da casa sua, c’era anche quel Diez a cui Messi è stato spesso paragonato, Diego Armando Maradona. Probabilmente, ancora oggi, l’indiscusso calciatore più forte di ogni epoca, ma stavolta la Pulga, vuole almeno toccarlo.

Di giocate ‘maradoniane’, l’attaccante del Paris Saint-Germain ne ha fatte vedere nella semifinale contro la Croazia, squadra di Kovacic che forse tornerà a breve in Italia. E se l’è finalmente presa sulle spalle, la sua nazionale, il classe ’87 che Maradona lo ha avuto anche come allenatore. Ed a proposito di idoli nazionali, quando ha segnato contro i croati, ha anche messo a segno un record storico. Ora, è lui il calciatore con la maglia dell’Argentina, ad aver fatto più gol ai Mondiali. Batistuta si è fermato a 10, mentre Leo ha raggiunto quota 11. A questo punto, serve solo vincere finalmente la coppa del mondo, che a casa sua manca proprio da quel famoso 1986 che consegnò definitivamente la stella di Diego, al mondo.

E pensare che Messi non era neanche nato. Ma, cosa ancor più difficile da credere, è che proprio Leo che potrebbe regalare la gioia più grande ad una generazione che come lui, non l’ha mai vissuta, ora le dà anche un enorme dispiacere. In zona mix infatti, proprio il numero 10 della Nazionale, ha ammesso dopo la gara stessa contro la Croazia: Sì, quella di domenica sarà la mia ultima partita ai Mondiali“. Forse, quindi, Leo saluterà dopo qualche match delle prossime Qualificazioni, ma ha già escluso che al prossimo Mondiale, quando lui avrà 39 anni, non ci sarà. E c’è già chi piange, al di là di come andrà domenica.

Impostazioni privacy