Speciale Serie A, 29esima giornata: Totti si riprende la Roma, per Ibra derby a rischio

Doppietta nel derby (Getty Images)

di Raffaele Traversetti

SPECIALE SERIE A GIORNATA 28 / ROMA – Con la sua prima doppietta nel derby, Francesco Totti sale a quota 199 gol in Serie A, sesto marcatore di sempre del campionato italiano, primo tra i calciatori in attività. I numeri impressionanti del capitano romanista (a sole 6 lunghezze da un mostro sacro come Baggio) testimoniano la continuità di rendimento che ha contraddistinto una carriera al servizio della compagine capitolina. In quasi venti anni di militanza in giallorosso Totti ha ricoperto più ruoli, facendo le fortune di allenatori e compagni: ala sinistra nel 4-3-3 zemaniano, trequartista nella Roma tricolore di Batistuta, punta atipica con Luciano Spalletti. La Lazio aveva la possibilità di estromettere in maniera definitiva dalla corsa alla Champions la squadra di Montella invece ‘scivola’ al quinto posto: sotto la lente di ingrandimento il tecnico Reja, accusato dai tifosi biancocelesti di aver sostituito i due giocatori di maggior qualità Zarate e Hernanes per lasciare sul rettangolo di gioco uno spento Sculli. Non si ferma la giostra del gol di Guidolin, quattro reti al Sant’Elia: i soliti Di Natale e Sanchez firmano la vittoria numero 9 nelle ultime dodici giornate. I friulani sono imbattuti da dicembre 2010, da allora tanti punti conquistati (30 sui 36 disponibili) e risultati di prestigio contro Milan, Juventus e Inter per un cammino da scudetto. Guidolin non può più nascondersi, dopo un avvio da brivido con 4 sconfitte consecutive, i bianconeri stanno dimostrando di essere la squadra più in forma e con il miglior gioco in Italia. Il Napoli, incassato un pareggio amaro tra le mura amiche con il Brescia domenica scorsa, non può permettersi ulteriori passi falsi se vuole evitare i preliminari di Champions. Nella rimonta vittoriosa di Parma il rientro del ‘Pocho’ Lavezzi è determinante: con uno stanco Cavani alla disperata ricerca della via della rete, è l’estroso argentino ad incidere con l’assist ad Hamsik (gol in fuorigioco) dopo una potente progressione ed è lui stesso a completare l’opera incuneandosi in area e battendo Mirante per il momentaneo 2-1 (3-1 di Maggio negli utimi minuti). Se la lotta per il quarto posto sembra essere dominata da un sostanziale equilibrio, anche il testa a testa tra Milan e Inter continua all’insegna dell’incertezza e nessuna delle due pretendenti ha approfittato dei momenti di difficoltà altrui,senza trascurare che lo stesso Napoli,superata la mini crisi, si trova ad un solo punto dai nerazzurri e a meno sei dai rossoneri. Gli uomini di Leonardo hanno dominato per lunghi tratti una partita nella quale, trovato presto il vantaggio con Samuel Eto’o, hanno fallito troppe occasioni sotto porta per mettere in cassaforte il risultato, e su una disattenzione di Cordoba hanno subito il pareggio. Il black-out interista dei minuti successivi è arginato da Julio Cesar che ha evitato la più inopinata delle sconfitte, neutralizzando il rigore di Caracciolo. Nonostante le difficoltà incontrate dai diretti inseguitori a Brescia, la prima in classifica, oltre ad aver fallito una ghiotta occasione per allungare, rischia di dover affrontare il derby-scudetto senza il suo trascinatore Zlatan Ibrahimovic, espulso contro il Bari. Dopo l’eliminazione europea e qualche malumore di troppo, mister Allegri deve capire il perchè del nervosismo del suo uomo migliore che non riesce più ad incidere come prima. Le tante gare giocate iniziano a far sentire il loro peso sulle pur larghe spalle dello svedese e forse il riposo forzato potrebbe, volendo trovare un aspetto positivo, ricaricare il campione e responsabilizzare maggiormente la squadra. In zona retrocessione spicca la vittoria del Catania di Diego Simeone grazie ad un eurogol di Llama, un successo che proietta gli etnei in quattordicesima posizione ed acuisce la crisi dei liguri in inferiorità numerica dal 23′ del primo tempo per una ingenua espulsione di Tissone.

RISULTATI E MARCATORI

Brescia–Inter 1-1
18′ Eto’o (I), 86′ Caracciolo (B)

Cesena–Juventus 2-2
19′ e 34′ Matri (J), 40′ Jimenez rig. (C), 81′ Parolo (C)

Milan-Bari 1-1
39′ Rudolf (B), 83′ Cassano (M)

Cagliari-Udinese 0-4
43′ Benatia, 44′ Sanchez, 48′ e 52′ Di Natale

Catania-Sampdoria 1-0
75′ Llama

Chievo-Fiorentina 0-1
49′ Vargas

Genoa-Palermo 1-0
78’Floro Flores

Lecce-Bologna 0-1
33′ Ramirez

Roma-Lazio 2-0
70′ e 93′ rig. Totti

Parma-Napoli 1-3
28′ Palladino (P), 52′ Hamsik (N), 56′ Lavezzi (N), 87′ Maggio (N)

CLASSIFICA: Milan 62, Inter 57, Napoli 56, Udinese 53, Lazio 51, Roma 49, Juventus 42, Fiorentina 40, Palermo 40, Cagliari 39, Bologna 39, Genoa 38, Chievo 32, Catania 32, Sampdoria 31, Parma 29, Cesena 29, Lecce 28, Brescia 26, Bari 17.

PROSSIMO TURNO (20/03/2011)

Lazio-Cesena (19/03 18.00)
Palermo-Milan (19/03 20.45)
Fiorentina-Roma (12.30)
Bari-Chievo
Bologna-Genoa
Inter-Lecce
Juventus-Brescia
Sampdoria-Parma
Udinese-Catania
Napoli-Cagliari (20.45)

About Andres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *