Speciale Serie A, 28esima giornata: Botta e risposta tra Milan e Inter, terza sconfitta consecutiva per la Juventus

Samuel Eto'o (Getty Images)

di Raffaele Traversetti

SPECIALE SERIE A GIORNATA 28 / ROMA – La vittoria del Milan sul campo della Juventus avrebbe inevitabilmente messo sotto pressione l’Inter: gli uomini di Leonardo sono contratti nella prima frazione di gioco e chiudono il primo tempo sotto di uno a zero, poi i cambi del tecnico e un Samuel Eto’o sempre più leader e trascinatore in campo consentono ai nerazzurri di dilagare e archiviare la pratica Genoa con un roboante 5-2. Le due partite che dividono le milanesi da un infuocato ‘derby della Madonnina’ sono alla portata di entrambe e verosomilmente si affronteranno con lo stesso divario in classifica: il Milan può permettersi anche di pareggiare, l’Inter invece ha come unico risultato utile la vittoria se vuole confermarsi regina del campionato. I rossoneri hanno avuto la meglio nel poco spettacolare big match grazie all’inatteso protagonista di giornata, almeno in fase realizzativa, ‘Ringhio’ Gattuso, quando i vari Ibra, Cassano e Robinho difettavano in lucidità e freddezza sotto porta. L’assenza di Pato si è sentita in un attacco dotato di notevole qualità tecnica ma che evidenzia allo stesso tempo la mancanza di un bomber di razza, un giocatore scaltro e rapido negli ultimi sedici metri. Il giovane brasiliano, pur non essendo propriamente un rapinatore d’area di rigore, è forse quello che più di tutti possiede quelle caratteristiche. Ancora una sconfitta per la Juventus, la terza di fila per una squadra che ha creato pochissimo, corso a vuoto e messo in evidenza tutte le sue lacune strutturali. Non convince la difesa, ma convince ancor meno un centrocampo privo di registi (ad esclusione del fragile Aquilani) e non si può sperare che Krasic inventi sempre la giocata risolutiva. In flessione il Napoli di Mazzarri che deve gestire la doppia delusione di Europa League e campionato: dopo aver sognato la testa della classifica ora i partenopei devono guardarsi da una Lazio, vittoriosa contro l’ancor malato Palermo di Cosmi, che le insidia il terzo posto a due sole lunghezze di distanza. L’assenza di ricambi all’altezza non ha permesso ai titolare di poter riposare adeguatamente ed i vari Cavani, Hamsik e Lavezzi (il cui peso specifico in campo è notevole), costretti a scendere sempre in campo, stanno pagando dazio in termini di lucidità e brillantezza in fase di finalizzazione. La squadra di Edy Reja, al contrario, è in grande ascesa, sta vivendo una stagione eccellente dal punto di vista dei risultati, andando ben oltre ogni aspettativa, anche in virtù della compattezza dimostrata da un gruppo saggiamente amministrato dal tecnico friulano. In zona Champions vincono, a fatica e grazie a due rigori, sia l’Udinese che la Roma. I giallorossi, scesi in campo per primi, hanno sofferto non poco contro il Lecce, accusando il consueto calo di natura più psicologica che fisica; i salentini dopo il pareggio di Giacomazzi hanno tentano di portare a casa i 3 punti approfittando dello sbandamento degli uomini di Montella. Solo la reazione d’orgoglio nel finale ha permesso ai capitolini di non perdere ulteriore terreno in vista del derby della prossima settimana. Risorge la Fiorentina che demolisce il Catania per 3-0, con un Adrian Mutu in grande spovero (doppietta) e la prospettiva di poter raggiungere il settimo posto che rappresenterebbe l’obiettivo minimo in una stagione comunque deludente. Continua la caduta libera della Sampdoria: dopo il quarto posto dello scorso anno, nessuno si aspettava un crollo verticale dei blucerchiati, neppure dopo le cessioni eccellenti di Cassano e Pazzini. I liguri, che ad agosto si giocavano l’ingresso in Champions contro il Werder Brema, ad oggi sono in piena lotta salvezza a soli tre punti dalle terzultime Lecce e Cesena.

RISULTATI E MARCATORI

Lecce-Roma 1-2
32′ Vucinic (R), 75′ Giacomazzi (L), 90′ Pizarro rig. (R)

Juventus-Milan 0-1
68′ Gattuso

Sampdoria-Cesena 2-3
43′ Parolo (C), 46′ Giaccherini (C), 47′ Giaccherini (C), 83′ Volta (S), 92 Maccarone rig. (S)

Bologna-Cagliari 2-2
29′ Di Vaio rig. (B), 59′ Cossu (C), 83′ Ragatzu (C), 94 Ramirez (B)

Chievo-Parma 0-0

Fiorentina-Catania 3-0
21′ e 25′ Mutu, 61′ Gilardino

Inter-Genoa 5-2
40′ Palacio (G), 50′ Pazzini (I), 51′ Eto’o (I), 57′ Eto’o (I), 71′ Pandev (I), 84′ Nagatomo (I), 90′ Boselli (G)

Napoli-Brescia 0-0

Udinese-Bari 1-0
75′ Di Natale rig.

Lazio-Palermo 2-0
7′ e 18′ Sculli

CLASSIFICA: Milan 61, Inter 56, Napoli 53, Lazio 51, Udinese 50, Roma 46, Juventus 41, Palermo 40, Cagliari 39, Fiorentina 37, Bologna 36, Genoa 35, Chievo 32, Sampdoria 31, Parma 29, Catania 29, Cesena 28, Lecce 28, Brescia 25, Bari 16.

PROSSIMO TURNO (13/03/2011)

Brescia-Inter (11/03 20.45)
Cesena-Juventus (12/03 20.45)
Cagliari-Udinese
Catania-Sampdoria
Chievo-Fiorentina
Genoa-Palermo
Lecce-Bologna
Milan-Bari (12.30)
Parma-Napoli (20.45)
Roma-Lazio

About Andres

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *